Scanno e le sue bellezze

SCANNO E LE SUE BELLEZZE

Scanno  è un comune con meno di 2000 abitanti  in provincia dell’Aquila. Esso confina con i Monti Marsicani, e parte del suo territorio rientra nel Parco Nazionale d’Abruzzo. Essa è un’importante stazione di soggiorno invernale ed estiva, molto attrezzata, ed inoltre rientra tra i borghi più belli d’Italia. Compresi nel suo territorio e condiviso con il comune di Villalago c’è il famoso lago di Scanno , abbiamo inoltre Passo Godi e Monte Rotondo, con impianti sciistici notevoli, e poi ancora,  gli altipiani del Monte Greco ed infine la riserva naturale delle Gole del Sagittario. Scanno è famosa come la Città dei fotografi, attirati dal suo inconfondibile panorama. Essa è posizionata a circa 1000 m di altezza sul mare, l’aspetto selvaggio del suo territorio è l’habitat ideale dell’orso bruno marsicano, il quale ha contribuito non poco con le sue scorribande notturne nel paese ad aumentare la sua notorietà.

L’origine del suo nome lo si fa risalire al latino scamnum (sgabello),essa è molto antica e dai ritrovamenti fatti risulta abitata già in epoca Romana. Nella cittadina si respira ancora l’aria di  un antico borgo medievale, infatti le costruzioni in pietra arroccate  tra le montagne dell’Appennino, a due passi dal suo famoso lago e dal Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise fanno rivivere ancora antiche emozioni.
Nella  parte vecchia la cultura borbonica si respira ad ogni angolo, che ricorda l’antica capitale del Regno di Napoli.

La bellezza di SCANNO in questo viedeo registrato da VisioniDistorte

 La parte vecchia di Scanno va vissuta intensamente assaporando le antiche atmosfere in giro peri suoi vicoli. Ed infine c’è il più grande lago naturale D’Abruzzo dove si possono fare escursioni in canoa birdwatching ed altri sport. Oltre a ciò un occhiata ai prodotti tipici: il Pan dell’Orso dolce simbolo di Scanno, il Mostacciolo preparato con mosto cotto e mandorle, i Cazzellitti con le Fuoja gnocchetti cotti con un erba che cresce oltre i 2000 metri, lo Zuppettone fatto con brodo di carne di capretto, per poi finire con i formaggi e le carni del maestro Gregorio Rotolo.

Oltre alle prelibatezze culinarie Scanno è famosa anche per l’arte orafa con le tipiche lavorazioni in oro  a filigrana sottile: la Presentosa, che ricorda gli antichi rosoni essa s viene regalata alla  sposa  dai suoceri; le Circejje, orecchini di perle ; l’Amorino,  spilla che si regala alla sposa ; la Cicerchiata, ed infine il Tombolo un modo particolare di ricamo famoso nel mondo. Scanno città tutta da scoprire, non solo per la bellezza dei luoghi, ma anche per il cibo e l’artigianato.

Leggi anche : Gregorio Rotolo formaggi

Lascia un commento